I bambini della scuola dell’infanzia “Santa Lucia” hanno fatto rivivere la magia del Toson d’Oro nella splendida cornice del Giardino Napoletano di Palazzo D’Avalos.

L’evento, che si è svolto in più date per dare modo a tutti i bambini della scuola di partecipare, rientra nel progetto scolastico “Scopro la mia città”, che ha lo scopo di far conoscere il territorio, la storia e le tradizioni di Vasto. Quest’anno la referente del progetto, l’insegnante Onesi Raffaela, ha organizzato lavori ed attività sulla rievocazione storica del Toson d’oro, per far avvicinare i bambini a questa importante tradizione vastese che da anni è entrata a far parte del patrimonio culturale della città.

Questo viaggio nel tempo è partito da molto lontano, dal racconto mitologico da cui il Toson d’oro trae la sua origine simbolica, ovvero il mito di Giasone che con gli Argonauti riuscì, dopo mille imprese ed avversità, a conquistare il Sacro Vello d’oro.

I bambini, dopo essersi appassionati alle avventurose gesta di Giasone, con un notevole balzo temporale, sono giunti al tempo del Marchese Cesare Michelangelo D’Avalos. Si sono incuriositi nello scoprire gli usi e costumi, la moda, i giochi e la musica barocca del Settecento. Hanno scoperto come si svolgeva la vita all’interno delle lussuose stanze del Palazzo; hanno conosciuto i protagonisti di questa tradizione, il Marchese, la moglie Ippolita, il principe Fabrizio Colonna, la principessa Caterina; hanno riflettuto sul valore simbolico di questa onorificenza; si sono appassionati al racconto dei lunghi festeggiamenti avvenuti dopo la cerimonia.

A coronamento di questo viaggio nel tempo, i bambini hanno potuto interpretare la magia di quei giorni da attori protagonisti. Indossando i sontuosi abiti dei marchesi, dei principi e dei nobili, hanno dato vita alla rievocazione storica del Mini Toson d’Oro. Dopo una breve sfilata tra le eleganti colonne dei Giardini D’Avalos, il nobile corteo è giunto sul prato che affaccia sul mare, dove i piccoli figuranti hanno rappresentato la cerimonia della collazione. Al termine hanno danzato un delizioso minuetto e si sono divertiti ad intrecciare i colorati nastri dell’albero della cuccagna.

Per le insegnanti vedere i bambini così composti nei loro abiti, entusiasti, emozionati, contenti di vivere questa esperienza è stato uno spettacolo davvero impagabile e senza dubbio commovente.

I piccoli figuranti hanno ricevuto un affettuoso saluto dal vicesindaco Licia Fioravante, anche a nome del sindaco Francesco Menna ed hanno ricevuto la gradita visita dell’assessore alla Cultura Nicola Della Gatta, a cui va un particolare ringraziamento per aver concesso l’utilizzo degli spazi del Giardino, dell’assessore all’Istruzione Anna Bosco e della Dirigente scolastica Maria Pia Di Carlo, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e si sono complimentate con le maestre per il lavoro svolto.

Le insegnanti ringraziano il personale dei Musei D’Avalos per la loro cordiale accoglienza, Maria Scarano titolare dell’atelier Polvere di Stelle, per la sua preziosa collaborazione e disponibilità, i fotografi Riccardo De Fanis e Riccardo Bruni che a titolo gratuito si sono gentilmente occupati di video e foto.

https://youtu.be/PeoBmgEXosg